Italiano
English
Deutsch
martedì, 30 settembre 2014
arte

Il Medioevo

Importanti realtà del Medioevo si accostano agli splendidi reperti dell’epoca classica.

Gli Aldobrandeschi, che per secoli hanno governato questa terra difficile lasciando a narrare della loro presenza rocche, fortificazione, torri e borghi; numerose sono le tracce della dominazione fiorentina dei Medici, primi fautori della bonifica di vaste aree inospitali; e ancora il governo dei Lorena, la famiglia austriaca che ha portato a termine il risanamento della provincia di Grosseto e favorito il suo sviluppo economico e sociale.

Per avere un assaggio del medioevo maremmano, si può visitare Massa Marittima, dove oltre alla celebre cattedrale, sono conservati altri importanti monumenti come la Torre del Candeliere, la Fortezza dei senesi, l’Episcopato, il Palazzo e le Fonti dell’Abbondanza.

Per rivivere il governo degli Aldobrancheschi, o ammirare le terracotte di Andrea della Robbia, celebre scultore e ceramista italiano, non resta che arrampicarsi sulle pendici del Monte Amiata e visitare Santa Fiora, cittadina che si è sviluppato intorno alle fortificazioni aldobrandesche di cui rimangono ancora alcuni resti.

Segni del passaggio dei Medici, invece, possono essere rintracciati a Grosseto, lungo la cinta muraria esagonale – rimasta quasi del tutto intatta - che delimita il centro storico e nel Cassero senese, la fortificazione del 1344 inglobata, nel ‘500, proprio all’interno delle Mura.

Il promontorio di Monte Argentario e le aree circostanti ci permettono di rivivere gli anni della dominazione spagnola; le numerose e imponenti fortificazioni come la Fortezza spagnola di Porto Santo Stefano e i forti Stella, San Filippo e di Santa Caterina che svettano intorno a Porto Ercole ci narrano i ricordi dello Stato dei Presidi, costituto nel 1557 in seguito alla cessione alla Spagna della zona maremmana, da parte della Repubblica di Siena.